contatore visite free skip to Main Content
info@salernoeconomy.it
http://www.ilraggiodilunasrl.com/
icea

“La citazione del giorno”

BES BAROMETRO ECONOMICO SALERNITANO

La notizia del giorno »


Il comitato tecnico scientifico della manifestazione organizzata da Confindustria Salerno ha assegnato il primo premio della sezione aziende ad ACCA SOFTWARE, “per aver sviluppato un sistema con piattaforma usBIM in grado di rivoluzionare il modello di filiera dell’edilizia”. Seconde classificate: Smilesys Spa, azienda di Milano “che ha presentato un progetto che migliora il sistema per la chiusura delle vaschette top in plastica, integrando la sostenibilità ambientale di un film sigillante in PET con la praticità di un coperchio richiudibile”; Inci.Flex (Salerno) “per aver ideato e realizzato il sistema Easy to Plate Four, il primo modulo completamente automatizzato per la realizzazione di lastre flesso grafiche”. Per la categoria “UpStart Paolo Traci” ha vinto la startup Cinemagica di Bari.
(Fonte: Comunicato Stampa Confindustria Salerno/ 13.12.2017)
Continua

L'altra notizia »


“I costi della burocrazia soffocano le micro e piccole imprese italiane raggiungendo la cifra media di 33 miliardi di euro l'anno”. È l'allarme lanciato da Rete Imprese Italia durante il convegno "Burocrazia: l'Italia del tempo perso" che si è svolto a Roma e che emerge da una ricerca condotta dall'Università di Trento sui costi degli adempimenti burocratici che le imprese da uno a 19 addetti devono svolgere. “Il conto annuale per gli adempimenti burocratici delle micro e piccole e medie imprese - si legge in una nota - assommano a circa 33 miliardi in media l'anno, 8.000 euro per ogni impresa''. La ricerca evidenzia, inoltre, che “il peso della burocrazia sul profitto lordo di ogni imprenditore pesa per il 39%”.
(Fonte: confcommercio.it/13.12.2017)
Continua

GLOCAL di Ernesto Pappalardo »


Questo articolo è stato pubblicato sul quotidiano Il Mattino (edizione Salerno) giovedì 30 novembre 2017.

di Paolo Coccorese ed Ernesto Pappalardo

Le medie statistiche spesso ingannano. Ma, nel caso delle pensioni erogate in provincia di Salerno, rischiano di rappresentare un quadro migliore di quello che, poi, si materializza davanti ai nostri occhi. Se si fa riferimento al dato medio, infatti, viene fuori una cifra mensile (netta) di poco superiore a 1.000 euro. Se, invece, si scende nel dettaglio delle varie fasce di reddito si tocca con mano la soglia della povertà (meno di 6.000 euro annui), con somme percepite anche al di sotto dei 500 euro (mensili). E’ questa la triste fotografia del pianeta-pensionati nel nostro territorio. Bastano alcuni indicatori per rendersi conto dello scenario nel quale siamo immersi, spesso facendo finta di non comprenderne bene la gravità.
Continua

FOCUS on »


di Pasquale Persico e Ernesto Pappalardo

Che cosa significa oggi fare comunicazione? Che cosa sono o possono essere oggi le Scienze della Comunicazione? E che rapporto/relazione può esistere tra di esse e la rappresentazione dei processi di sviluppo dell’economia? Il tema è affascinante, se lo rapportiamo – per esempio – alla nuova “religione” dell’Industria 4.0. Nel momento della nuova rivoluzione industriale, quella digitale, è evidente che il principale processo di cambiamento deve investire il linguaggio della comunicazione. Altrimenti viene a mancare un pezzo fondante di questa intrigante rivoluzione. Naturalmente, non parliamo soltanto di codici e linguaggi di programmazione “interni”, cioè indispensabili per fare funzionare l’interattività tra le macchine e tra le macchine e l’uomo. A noi interessa di più il “pezzo” finale. L’ultimo (o il primo, dipende dai punti di vista) miglio della comunicazione di Industria 4.0.
Continua
Back To Top
Cerca