contatore visite free skip to Main Content
info@salernoeconomy.it

I numeri dell'economia »

Pasqua e Primavera 2018: conferme per la Costiera, interesse crescente per la Campania
Turismo nel Cilento, una “pista” dalla Svizzera
Il territorio meridionale della provincia entra fra i luoghi peculiari italiani interessanti per gli stranieri: il recente monitoraggio Enit segnala l’interesse di un tour operator specializzato in viaggi “attivi”.

di Alfonso Schiavino

Il Cilento spunta “ufficialmente”  fra i luoghi italiani peculiari per i turisti stranieri. La sub-regione compare nell’ultimo monitoraggio Enit (Agenzia nazionale del turismo) sulla “Destinazione Italia” nel periodo Pasqua-Primavera 2018. Il sondaggio, realizzato mediante interviste ai tour operator esteri, registra l’interesse di un operatore svizzero specializzato nei viaggi attivi (escursioni, bici eccetera) per il territorio cilentano. L’indizio è interessante, perché sancisce una new entry e fornisce una traccia che le amministrazioni potrebbero approfondire, per esempio migliorando la cura dei sentieri e la difesa dei boschi. Il documento conferma i richiami della Costiera e una buona attenzione per la Campania e il Mezzogiorno. I limiti oggettivi (i voli diretti) convivono con le grandi opportunità: paesaggi, vino & cucina, esperienze inconsuete e la “fuga” dei brasiliani dagli Usa. Ecco un giro del mondo per capire come ci pensano dal Giappone alla Scandinavia.

Germania.

I tedeschi che preferiscono muoversi in macchina (46%) scelgono in Italia le località centro-settentrionali. Le mete ulteriori possono interessare quelli che utilizzano l’aereo (40%) e altri mezzi collettivi. In effetti i tedeschi acquistano pacchetti dai 4 ai 10 giorni, spesso riservando i soggiorni lunghi alle spiagge del Sud. Buoni “richiami” sono i festival lirici, i tour gastronomici e i grandi giardini. La stampa tedesca, spiega il dossier dell’Enit, dedica all’Italia “un elevato numero di articoli che presentano short-breaks e city-trips, i luoghi della Costiera amalfitana e i laghi settentrionali”.

Svizzera.

I tour operator prevedono “una crescita della destinazione Italia per la primavera 2018”. L’aumento si verifica anche perché quasi tutti gli operatori “continuano ad ampliare i cataloghi con nuove proposte” che riguardano la Sicilia, la Basilicata, la Puglia, la Sardegna e il Cilento.

Olanda.

“Il meridione – segnala l’Enit – ottiene apprezzamenti considerevoli, soprattutto per il trimestre giugno-agosto, in particolare per la Costiera amalfitana, la Puglia e la Sicilia”. La Sardegna fa registrare una “crescita esponenziale” legata in buona parte “alla considerevole promozione effettuata dagli enti regionali in Olanda e all’aumento dei voli diretti”.

Spagna.

I pacchetti più venduti “riguardano il segmento culturale e religioso nelle grandi città d’arte”. I viaggi, in genere, includono il volo e il soggiorno in 1-2 città d’arte per una durata media di 4-5 giorni. Meno diffusi i “circuiti” di 7-8 giorni. “Le regioni richieste continuano ad essere Toscana, Sicilia, Lombardia, Puglia, Liguria, soprattutto per le Cinque Terre, e la Campania con Napoli, la Costiera amalfitana e le isole del Golfo”.

Portogallo.

Per Pasqua uno degli operatori intervistati ha rilevato una crescita del 50% sulla destinazione Italia,grazie ai circuiti di 7 giorni in Sicilia e 8 giorni nel Sud. Un altro t.o. ha segnalato risposte positive per il pacchetto di 1 settimana in Costiera amalfitana. Per la primavera alcuni operatori annunciano “un incremento delle richieste per alcune località del sud Italia”.

Scandinavia.

La maggioranza dei 10 operatori contattati segnala una crescita dell’appeal italiano a Pasqua. Le scelte prevalenti sono “i city breaks per Roma, Milano e Venezia” e “le località dal clima gradevole come la Riviera ligure, la Costiera amalfitana” e i laghi del Nord. Le vendite per la primavera crescono fra il 3% e il 6%. “Il turismo attivo è sempre un prodotto molto richiesto”, mentre “i t.o. di nicchia riservano un forte interesse per nuove destinazioni attente al turismo di qualità, off-season e rurale”. Tirano bene le “micro-vacanze di 3 notti” nelle località servite dai voli diretti. Nuove rotte aeree stanno per raggiungere Genova, Verona e Torino.

Usa.

I 7 tour operator monitorati hanno fatto prevedere per Pasqua un +5% di vendite italiane. Gli statunitensi privilegiano le città d’arte, ma “va crescendo l’interesse per i centri minori e i borghi storici” e per i segmenti “cibo” e “terme e benessere”. Fra le mete, “oltre Roma, Firenze e Venezia ci sono Palermo, la Costiera amalfitana, le Cinque Terre e i laghi”. Per la primavera “si deduce una crescita del 6% e oltre”, anche per i nuovi voli su Roma e Milano.

Canada.

Il soggiorno in Italia dura normalmente 8-12 giorni. I prodotti preferiti sono le città d’arte (anche minori), i tour gastronomici e le vacanze attive. Fra le 5 regioni leader c’è la Campania. Le località richieste sono Roma, Firenze, Venezia, Costiera amalfitana e Cinque Terre.

Brasile.

Negli ultimi 9 mesi, i brasiliani hanno fatto notare “un notevole aumento dei viaggi verso l’Europa a discapito degli Usa”. Questa tendenza ha 2 radici distinte: da un lato agisce “la politica di sicurezza attivata dal governo Trump per l’ingresso nel Paese”, dall’altro emerge “un nuovo profilo del turista brasiliano di lusso” che cerca “esperienze uniche”.

Cina.

I tour operator segnalano traffico pasquale stabile verso l’Italia. Fra le città “sono apprezzate anche Napoli e le più note destinazioni siciliane e sarde”. Per la primavera si attende un aumento sul 5%. A maggio sarà aperta una rotta aerea su Venezia.

Giappone.

Il viaggio del giapponese in Italia dura normalmente una settimana, con una prevalenza dei pacchetti all-inclusive e del turismo culturale “sia nelle grandi che nelle piccole città d’arte”. Va  bene anche “il Sud-Italia, in primis Sicilia, Napoli, Capri ed Amalfi”. Crescono i prodotti “enogastronomia”, “mare”, “natura e parchi”. Aumenta la domanda per le zone meno frequentate, fra cui la Campania. A maggio sarà operativo un volo su Venezia.

Australia.

Per la primavera i prodotti preferiti sono i pacchetti benessere (minimo 1 settimana), gli “all inclusive” (12 giorni) e i tour in bus (10 giorni). Gli australiani amano le città d’arte, ma ora ricercano anche la natura, meglio se combinata con la cucina. Località plus: Cinque Terre, Costiera amalfitana e Lago di Como.

IL MONITORAGGIO COMPLETO

 

Numeri Economia-Acciaroli
Acciaroli (Cilento)
Back To Top
Cerca