contatore visite free skip to Main Content
info@salernoeconomy.it

La notizia del giorno »

(Micro) Glocal. Tra voglia di cambiamento (con la pancia) e massima prudenza nella spesa (con la testa). Gli effetti concreti della confusione istituzionale.

di Ernesto Pappalardo

Si procede, ormai, per prove muscolari. Va in scena da un po’ di settimane la “narrazione” della competizione sempre più inconcepibile agli occhi dell’Europa e del resto del mondo – ma non, evidentemente, in Italia – tra le due forze di governo. Senza battere ciglio si passa nell’arco di poche ore dalla rappresentazione della “responsabilità” all’esibizione di identità politiche (che, però, coincidono anche con ruoli istituzionali delicatissimi) non esattamente in sintonia con il contesto delle regole Ue o con non secondari principi riconosciuti a livello internazionale (come il soccorso in mare, solo per fare un esempio). L’effetto/spaesamento è enorme. Ma persiste – evidentemente a causa di tutta la sfiducia che hanno saputo accumulare le forze al governo prima del 4 marzo – l’orientamento a non avere paura del cambiamento. Con la pancia. Perché se si tratta di ragionare con il portafoglio, la conseguenza è una sola: tutti fermi, imprese e famiglie. Liquidi il più possibile, ma con il freno tirato a mano. E, quindi, lo stallo è totale.


Back To Top
Cerca