contatore visite free skip to Main Content
info@salernoeconomy.it

GLOCAL di Ernesto Pappalardo »

Partiti e movimenti politici pronti per le regionali. Non semplice definire il quadro delle formazioni in campo.
Il teorema umbro e la sfida del centrosinistra
Un punto a vantaggio delle forze oggi al governo della Campania? Evidente che la partita si gioca su un terreno difficile e che il centrodestra può ancora aprire un percorso in grado di portarlo a vincere. Più complessa la partita di 5 Stelle.

Vista dalla Campania la sconfitta di Pd e 5 Stelle in Umbria pare rafforzare ogni ipotesi di inquadrare bene – dalla parte del centrosinistra – quali restano i veri antagonisti in questa particolare corsa a ridefinire il quadro politico che abbiamo di fronte. Insomma, l’esperimento non è riuscito, ma – sia chiaro, analizzato dalla Campania – non apre affatto “vuoti” di operatività o di prospettiva in vista delle prossime regionali. Anzi, consente di guardare con attenzione a quanto fatto e realizzato in questi anni e permette di continuare in una netta distinzione tra le forze che governano e quelle che si collocano all’opposizione. Insomma, 5 Stelle e Lega sicuramente. E, poi, c’è Forza Italia che sembra vivere un momento particolare e che, quindi, sebbene si ritrovi all’opposizione, pare anche delineare spazi senza dubbio più aperti allo schieramento del candidato del centrosinistra.

Evidente, quindi, che i 5 Stelle si ritrovano in una situazione abbastanza complessa che determina un atteggiamento senza dubbio ostativo verso altre aggregazioni perché – a livello nazionale, ma anche in Campania (se non avvengono fatti nuovi) – è di fatto isolato rispetto al quadro complessivo.

Di conseguenza, gli ambiti di riferimento del presidente campano diventano un buon orientamento per i prossimi mesi, quando prenderanno meglio forma le ipotesi elettorali e si definirà con maggiore precisione la corsa verso il rinnovo del Consiglio Regionale.

Appare abbastanza evidente come la partita che si è giocata in Umbria – rispetto agli altri territori – abbia semplicemente confermato come gli spazi politici (quando si vota per il governo di un determinato ambito di riferimento) non possano essere inseriti (senza una lunga maturazione) in strategie nazionali. Viene a mancare il riferimento forte che inquadra la prospettiva del movimento che viene messo in campo, mentre assume in maniera predominante maggiore importanza la riconoscibilità dello schieramento dei partiti locali/regionali. Insomma, poco spazio alle alleanze “imposte”, più attenzione al contesto politico-partitico che prende forma.

La lezione umbra in Campania riflette quanto sta avvenendo da diverso tempo: rispetto alla squadra del governatore, che in ogni caso ha lavorato su una progettualità politica che ha prodotto risultati (intorno ai quali si orienta il dibattito politico), e alle sue strutturazioni, si manifesterà il consenso politico.

Tutto il resto è opposizione o appare destinato a manifestarsi all’opposizione. Da qui, dunque, ripartono due fronti: da un lato Lega, Fi, Fdi e quant’altro non si omologa nello schieramento deluchiano; dall’altro l’agglomerato dei 5 Stelle che ora sicuramente intensificherà la sua strategia di opposizione forte e netta rispetto al fronte del governatore, ma anche in relazione a tutto quello che si articola intorno.

Un punto a vantaggio delle forze oggi al governo della Campania? Difficile fare previsioni. E’ evidente che la partita si gioca su un terreno difficile e che il centrodestra può aprire un percorso in grado di portarlo a vincere. Più complessa appare la partita dei 5 Stelle, anche se – va detto – che in Campania si parte da una quota di consensi certamente importante.

I prossimi mesi renderanno più note a tutti le partite in campo. Quello che è certo – come qui lo era già da prima – alleanze con i grillini non appaiono da farsi per il centrosinistra. E per il centrodestra? Chi può dirlo. La sfida proprio ora comincia.

Ernesto Pappalardo

direttore@salernoeconomy.it

@PappalardoE

Politica-mark-516277_960_720
Marketing politico?
Back To Top
Cerca