contatore visite free skip to Main Content
info@salernoeconomy.it

La notizia del giorno »

Il Punto di Arpocrate di Pasquale Persico/La Fabrica di Cairano e il silenzio che aiuta la filosofia della mente.

Nel nuovo tempo, Kairos, la cura dello sguardo di cui parla il poeta Franco Arminio  potrebbe non bastare. Con il produttore di vini erranti, Bruno Deconciliis,  visiterò le Cantine di Cairano accanto alla Fabrica dei vini Arcobaleno. E’ questo il nostro continuo fuggire dal tempo Kronos delle vacanze, non solo per dilatare il tempo Kairos, ma per tenere in allenamento tutti  gli altri sensi necessari a vivere la densità del tempo liberato. Poco distante dalle cantine della Fabrica, l’associazione Cairano 7X 2021,  in piazza S. Leone, promuove un girotondo di persone, che si interrogano sui limiti del solo sguardo, come senso utile a superare la malinconia civile che ci avvolge. La loro idea è che il con-tatto sia da mettere nuovamente  al centro della riflessione, come cura del corpo e della mente. All’incontro Arpocrate tenterà di sciogliere i dilemmi legati al senso più utile da sviluppare per vivere meglio l’oggi; pur sapendo che Arpocrate vorrà anticipare il proprio tempo del silenzio e sottrarsi ai rumori delle ferie estive che abitano tutti i luoghi. In montagna arrivano i suoni e le voci della pianura e per mare il visivo dei fari, dei fuochi delle feste e la musica a decibel inquietanti, sottraendo riflessioni alla mente investigativa. Arpocrate, nelle grotte cantine di Cairano, ascolterà il rumore delle fermentazioni, gli odori dei vini pronti, godrà del colore dei vini spumeggianti e constaterà, ancora una volta, che il gusto è un misto di sensazioni materiali ed immateriali.

Egli, andrà, poi, a completare il girotondo in piazza S. Leone e parlerà del tempo Kairos legato ai sensi ed al con-tatto, ben sapendo che la sua medicina preferita è il silenzio.   Il silenzio, se vissuto come nuova ospitalità, diventa porta di accesso alla filosofia della mente che oggi gioca un ruolo decisivo, perché le altre filosofie sono quasi tutte state consumate dall’eccesso di comunicazione, senza informazione e ricerca innovativa. Tutti a Cairano allora? Non saprei consigliare, il rapporto tra l’io ed il mondo, per fortuna, non è ancora razionale e la mente ha difficoltà a riconoscere il potenziale dei sensi.

 


Back To Top
Cerca