contatore visite free skip to Main Content
info@salernoeconomy.it

Lo speciale »

Mercoledì 21 e giovedì 22 marzo prossimi, negli spazi della Stazione Marittima di Zaha Hadid.
HospitalitySud, ecco la prima edizione
A Salerno la manifestazione riservata agli operatori e professionisti dell’hotellerie e dell’extralberghiero del mondo Ho.Re.Ca. Il direttore Picarelli: “Si colma il vuoto al Centro Sud di appuntamenti dedicati al mondo dell’ospitalità”.

Turismo sempre più strategico per l’economia meridionale e provinciale, al punto di richiamare una crescente attenzione da parte dell’estesa filiera del comparto che ha fatto segnare nel 2017 numeri estremamente significativi dal punto di vista dei flussi in entrata sui territori del Sud della penisola. In questo dinamico contesto si inserisce “HospitalitySud”, evento dedicato alle forniture e ai servizi per l’hotellerie e l’extralberghiero in programma mercoledì 21 e giovedì 22 marzo prossimi a Salerno, negli spazi della Stazione Marittima. L’evento – ideato e organizzato dalla “Leader srl” – è l’unico appuntamento del Centro Sud Italia per gli operatori e i professionisti del mondo Ho.Re.Ca. in particolare: hotel, resort, ville, dimore storiche, relais, country house, agriturismi, villaggi, camping, affittacamere, bed and breakfast, case vacanza, ostelli, centri benessere, spa, terme. Gli addetti ai lavori potranno incontrare le aziende presenti nel salone espositivo e partecipare ai seminari di aggiornamento e di formazione e agli incontri professionali, in quattro sale dedicate .

L’ideatore e direttore della manifestazione Ugo Picarelli evidenzia che “HospitalitySud va a colmare un vuoto esistente nel Centro Sud Italia di appuntamenti dedicati al mondo dell’ospitalità, nonostante il forte aumento di investimenti nel turismo registrato negli ultimi anni. Da sottolineare, inoltre, la prestigiosa location, la Stazione Marittima dell’archistar Zaha Hadid, fiore all’occhiello della città di Salerno, ultima fermata a Sud dell’alta velocità ferroviaria. Con la ricca offerta espositiva e il vasto programma di seminari e incontri a cura di esperti del settore, HospitalitySud mira a diventare il principale riferimento per tutti gli operatori dell’hotellerie e dell’extralberghiero del Centro Sud che potranno partecipare gratuitamente all’evento”.

La tipologia delle aziende.

Le aziende rispondono ai seguenti settori merceologici: abbigliamento professionale; articoli di cortesia, biancheria e accessori da tavola, da letto, per bagno; branding, brand reputation, customer relationship management, marketing, comunicazione; certificazioni, consulenza strategica, formazione, offerte di lavoro; design e complementi d’arredo per interno e esterno; elettrodomestici, elettronica di consumo e climatizzazione; food & beverage; gestori telefonici, telefonia fissa e mobile, impianti audiovisivi e wi-fi; materiali per l’edilizia (ceramica, vetro); OLTA On Line Travel Agencies e Metamotori; piattaforme integrate con booking engine e CRO Central Reservation Office, revenue management; progettazione e realizzazione interni, riqualificazioni; servizi energetici, sistemi antincendio; servizi finanziari (assicurazioni, banche, circuiti di carte di credito); social media marketing; tecnologie hardware e software di gestione; web advertising, web marketing, web design.

I numeri del comparto turistico al Sud.

“Il 2017 – si legge nella nota diffusa alla stampa dagli organizzatori della manifestazione – è stato un anno più che positivo per il turismo italiano con una crescita sostenuta sia degli arrivi (+5 milioni rispetto al 2016) che delle presenze turistiche (oltre 17 milioni in più) e con aumenti che hanno coinvolto tutte le tipologie di prodotto e di strutture ricettive: il comparto alberghiero ha segnato un +4,3% e l’extralberghiero +3,9%.  Per quanto riguarda il Sud Italia, nel 2017 è cresciuta la domanda turistica (+2,8%) e si sono registrati valori molto positivi per le imprese (+5,3%). L’industria turistica, dunque, negli ultimi anni sta recuperando posizioni per flussi turistici e fatturato, anche in considerazione della propensione a investire nel settore e a riqualificare le strutture. Mentre nel comparto alberghiero si sta andando incontro a un posizionamento immobiliare e a un miglioramento organico delle location con investimenti nel restyling di camere e ambienti, anche grazie agli incentivi pubblici per le ristrutturazioni, l’extralberghiero con la sua diversificazione di offerta sta crescendo sempre più in termini di numeri e di attenzione da parte dei viaggiatori. Da questa premessa nasce HospitalitySud, che si pone l’obiettivo di soddisfare una conseguente maggiore richiesta di forniture e servizi da parte del mondo dell’ospitalità, in considerazione che dai dati Istat 2016 (Abruzzo, Basilicata, Campania, Lazio, Molise, Puglia) risultano 6.825 hotel e 29.395 esercizi extralberghieri. In particolare, sempre al Sud, negli ultimi anni si è assistito dal 2012 a un aumento del 10% delle strutture extralberghiere e nella sola città di Napoli nel 2017 si sono investiti decine di milioni con 6 alberghi ristrutturati, 5 nuovi e 1 da rifare”.

(Fonte: Comunicato Stampa Leader srl/ 22.01.2018)

*Per ulteriori informazioni: www.hospitalitysud.it

 

 

 

 

Foto fin Salerno Stazione Marittima HS2018
Il logo della manifestazione
Back To Top
Cerca